SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • EMERGENZA CORONAVIRUS.
   
  • Lianhuaqingwen esercita attività antivirale e antinfiammatoria contro il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2).

 
  • Tre componenti del Flos Carthami alleviano il danno polmonare e inibiscono il rilascio di neutrofili indotto dal lipopolisaccaride.

 
  • Selezione in silico di erbe mediche cinesi con potenzialità nell’inibire il nuovo coronavirus 2019.
 
  • La Medicina tradizionale cinese utilizzata nel trattamento dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2: una review prospettica.
 
  • Una guida rapida per la diagnosi e il trattamento della polmonite infettiva da nuovo coronavirus (2019-nCoV) (versione standard). […] Trattamento di medicina tradizionale cinese .
 

Agopuntura e immunità.

Congressi e corsi

 


 
   

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Responsabile della Redazione
Tiziana Pedrali

 

 
   
   
   
 

Selezione in silico di erbe mediche cinesi con potenzialità nell’inibire il nuovo coronavirus 2019.

Obiettivo
In questo studio eseguiamo una selezione razionale per identificare le erbe mediche cinesi che sono comunemente usate nel trattamento delle infezioni respiratorie virali e contengono anche composti che potrebbero inibire direttamente il nuovo coronavirus 2019 (2019-nCoV) in corso, che causa la polmonite.

Metodi
Ci sono stati due passaggi principali nel processo di selezione.
Nel primo step abbiamo condotto una ricerca in letteratura dei composti naturali che erano stati confermati biologicamente nella lotta sia alla sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus che alla sindrome respiratoria del Medio Oriente da coronavirus. I composti risultanti sono stati sottoposti a controlli incrociati per essere elencati nel database dei sistemi di farmacologia della medicina tradizionale cinese.
I composti che soddisfavano entrambi i requisiti sono stati sottoposti a valutazione di assorbimento, distribuzione, metabolismo ed escrezione (ADME) per verificare l'efficacia della somministrazione orale. Successivamente, è stata utilizzata un'analisi di legame per verificare se il composto avesse il potenziale per l'interazione diretta con le proteine 2019-nCoV.
Nel secondo step abbiamo consultato i database di erbe cinesi per identificare le piante contenenti i composti selezionati. Le piante contenenti 2 o più dei composti identificati nella nostra selezione sono state quindi confrontate con il catalogo per l’uso classico delle erbe.
Infine, l'analisi della farmacologia di rete è stata utilizzata per prevedere gli effetti generali in vivo di ciascuna erba selezionata.

Risultati
Dei composti naturali sottoposti a selezione, 13 che esistono nelle medicine tradizionali cinesi sono stati trovati avere una potenziale attività anti-2019-nCoV. Inoltre, sono state trovate 125 erbe cinesi che contengono 2 o più di questi 13 composti. Di queste 125 erbe, 26 sono classicamente classificate per il trattamento delle infezioni respiratorie virali.
L'analisi della farmacologia di rete ha previsto che i ruoli generali in vivo di queste 26 piante erbacee erano correlati alla regolazione dell'infezione virale, delle reazioni immunitarie / infiammatorie e della risposta all'ipossia.

Conclusioni

I trattamenti a base di erbe cinesi usati classicamente per il trattamento delle infezioni respiratorie virali potrebbero contenere composti con un’azione diretta anti-2019-nCoV.

Zhang DH, Wu KL, Zhang X, Deng SQ, Peng B. In silico screening of Chinese herbal medicines with the potential to directly inhibit 2019 novel coronavirus. J Integr Med. 2020 Mar;18(2):152-158. doi: 10.1016/j.joim.2020.02.005. Epub 2020 Feb 20.

INDIETRO>>

 

 
linea