SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • EMERGENZA CORONAVIRUS.
   
  • Lianhuaqingwen esercita attività antivirale e antinfiammatoria contro il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2).

 
  • Tre componenti del Flos Carthami alleviano il danno polmonare e inibiscono il rilascio di neutrofili indotto dal lipopolisaccaride.

 
  • Selezione in silico di erbe mediche cinesi con potenzialità nell’inibire il nuovo coronavirus 2019.
 
  • La Medicina tradizionale cinese utilizzata nel trattamento dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2: una review prospettica.
 
  • Una guida rapida per la diagnosi e il trattamento della polmonite infettiva da nuovo coronavirus (2019-nCoV) (versione standard). […] Trattamento di medicina tradizionale cinese .
 

Agopuntura e immunità.

Congressi e corsi

 


 
   

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Responsabile della Redazione
Tiziana Pedrali

 

 
   
   
   
 

Tre componenti del Flos Carthami alleviano il danno polmonare e inibiscono il rilascio di neutrofili indotto dal lipopolisaccaride.

Il farmaco di nome Xuebijing, preparato per via iniettiva, è un complesso di erbe cinesi che ha l’indicazione specifica di trattare la sepsi utilizzato frequentemente in Cina.
Questo studio è stato prodotto per investigare gli effetti dei tre principi attivi del cartamo, uno degli ingredienti del Xuebijing, quali: il cartamo giallo A (SYA), idrossicartamo giallo A (HSYA) e anidrocartamo giallo B (AHSYB) nel danno acuto polmonare (ALI) indotto dal lipopolisaccaride (LPS).
LPS (10mg/kg) è stato iniettato intratrachealmente per indurre danno polmonare acuto in topi, trattati poi con SYA, HSYA e AHSYB. Sono state effettuate analisi del sangue, del lavaggio bronchiolo-alveolare (BALF) e dei tessuti polmonari per valutare il grado di danno polmonare, il livello di infiammazione e i Neutrophil Extracellular Traps (o NET), filamenti di materiale nucleare derivato da granulociti neutrofili ed estruso nell’ambiente extracellulare in risposta ad appropriati stimoli infiammatori. Gli esperimenti in vitro sono stati effettuati usando cellule HL60 stimolate con forbolo miristato acetato (PMA).
Il danno polmonare indotto dal LPS è stato alleviato dai tre componenti somministrati, come evidenziato dai test istopatologici. Essi hanno inibito l’induzione LPS-mediata di fattori infiammatori, il rapporto wet-to-dry del peso dei polmoni e la quantità di cellule e proteine riscontrate nel BALF. Inoltre hanno indotto una sovrapposizione notevolmente inferiore di mieloperossidasi (MPO) e istone nel test di immunofluorescenza e hanno ridotto i livelli del complesso MPO-DNA nel plasma. Il test in vitro ha mostrato un trend similare riguardo all’effetto inibitorio dei tre principi attivi nell’induzione PMA-mediata del rilascio di NET nelle cellule HL60 (neutrofil-like). Il Western blot ha dimostrato che la fosforilazione di c-Raf, MEK e ERK, nei polmoni e anche le cellule HL60 erano tutti significativamente ridotti da SYA, HSYA e AHSYB.
I nostri dati dimostrano che questi tre principi attivi del Xuebijing, contenuti nel flos carthami, hanno effetto protettivo contro il danno polmonare indotto da LPS e nel rilascio di NET.

Wang YP, Guo Y, Wen PS, Zhao ZZ, et al. Three Ingredients of Safflower Alleviate Acute Lung Injury and Inhibit NET Release Induced by Lipopolysaccharide. Hindawi Mediators of Inflammation Volume 2020, Article ID 2720369.12 pages https://doi.org/10.1155/2020/2720369

INDIETRO>>

 

 
linea