SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • Ricablaggio della corteccia somatosensoriale primaria dopo agopuntura nella sindrome del tunnel carpale.
   
  • Agopuntura per la depressione: una revisione sistematica e metanalisi

 
  • Laser-agopuntura per l’ipertensione arteriosa essenziale: uno studio clinico randomizzato.

 
  • Revisione sistematica sui benefici per la salute del Qigong e del Tai Chi.
 
  • Agopuntura vs propranololo nella profilassi dell'emicrania: una Meta-analisi di confronto indiretto tra trattamenti.
 
  • Effetti dell’agopuntura su ST36 sulla reattività delle arterie basilare e cerebrale media e sulla variabilità della frequenza cardiaca in risposta all’ipocapnia da iperventilazione in soggetti sani.
 

Trattamento dei disturbi psicoemotivi tramite Agopuntura con particolare riferimento a Du mai.

Congressi e corsi

 


 
   

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Responsabile della Redazione
Tiziana Pedrali

Hanno collaborato a questo numero:
Sara Agosta
Paola Baldini
Maria Letizia Barbanera
Antonello Lovato
Vincenzo Nirchio
Domenico Pignone

 
   
   
   
RICERCA

Trattamento dei disturbi psicoemotivi tramite Agopuntura con particolare riferimento a Du mai.

Quest’articolo pone l’accento sul paradosso che lo Shen sia alloggiato nel Cuore e/o nel Cervello.
Infatti molti agopuntori trattano i disturbi dello Shen con punti del Du Mai. La spiegazione è supportata dagli Studi di molti AA, tra cui Heiner Fruehauf (Institute for Traditional Medicine, Portland, Oregon) che sapientemente ha coniugato la MTC con altre fonti, afferenti prevalentemente alla tradizione Taoista. Altri AA, tra cui Giovanni Maciocia, evidenziano le interrelazioni tra Cuore, Reni, Jing, Du Mai, Cervello e Shen.
Nei vari testi in primo luogo si pone l’accento sui punti di Cuore e Pericardio, per il trattamento dei disordini psico- emozionali:
Tongli HT5, Shenmen HT7, Shaofu HT8, Shaochong HT9; Ximen PC4, Jianshi PC5, Neiguan PC6, Laogong PC8.
Oppure su agopunti dell’Intestino Tenue: Zhizheng SI7; o ancora su punti dei canali Yang ming: Fenglong ST40, Yangxi LI5, Taiyi ST23, Jiexi ST41, Chongyang ST42, Lidui ST45.
Nel Ling Shu (Chapter 30) si afferma: “When the Stomach and Intestines are co-ordinated the five yin organs are peaceful, blood is harmonised and mental activity is stable”.
Non va dimenticata la Milza, che, attraverso le sue funzioni, concorre a formare il sangue, trasforma e trasporta i fluidi. Sono indicati: Yinbai SP1, Gongsun SP4, Shangqiu SP5, Sanyinjiao SP6, Daheng SP15.
I punti del Rene nutrono lo yin ed armonizzano il calore del cuore: Yongquan KI1, Taixi KI3, Dazhong KI4, Zhaohai KI6. I Canali di Vescica biliare e Fegato sono indicati per la stagnazione del qi e la conseguente trasformazione in calore che disturba il cuore. Ma anche per i disturbi dello hun/ethereal soul (e.s. insonnia and paura).
Inoltre sono suggeriti i punti Shu del dorso ed i punti Mu per la loro diretta azione sugli organi e visceri: Xinshu BL15, Ganshu BL18, Danshu BL19, Jinsuo GV8, Shendao GV11, Shenzhu GV12, Juque CV14, Jiuwei CV15. La loro azione è sul qi, sul sangue, sul flegma, sul po, sullo hun, sullo zhi.
Un altro gruppo di punti connette i suddetti canali con il cervello: Houxi SI3, Wangu GB12, Fengfu GV16, ecc.
Questo apparente paradosso è supportato dai testi classici:
Ling Shu: “The Heart controls the vessels; the vessels are the residence of the shen ”
Su Wen: “The Heart stores the shen” e “the head is the residence of the intelligence”
Xiuzhen Shishu: “The brain is the ancestor of the body’s form and the meeting place of the 100 shen"
• il Neijing (non Inner Canon ma il taoista Internal Mirror): “The brain is the ancestral portal of the body, the capital where the 10,000 shen meet”
Sun Si Miao, nei 1000 Ducats: “The head is the supreme leader, the place where man’s shen concentrates”
Li Shi Zhen: “The brain is the residence of the original shen”.

In epoca pre-Neijing vi è una percezione più strutturale del corpo umano, ed il cervello è visto come il principale organo dell’attività mentale.
Dal Neijing lo studio della medicina diverge e si differenzia dal Taoismo.
Il corpo è visto nell’ottica funzionale, predominano i 5 zang and 6 fu e le loro corrispondenze.
Il cervello è relegato allo stato di un extra fu, ed il cuore domina sul corpo, diventando la residenza dello Shen.
Questa divergenza si legge anche nel Neijing, dove traspare l’interpretazione di alcuni medici Taoisti, quali Sun Simiao, che pongono nel cervello i disturbi dello Shen e nel canale Du Mai il loro trattamento.
L’influenza della Medicina occidentale, durante l’era della Repubblica Popolare, favorisce l’intepretazione più occidentale, l’interrelazione di Cuore, Rene, Jing, cervello e Shen e la rilettura dei classici.
Ling Shu: “Life comes about through the jing; when the two jing (of mother and father) unite, they form the shen”.
Zhang Jie Bin: “The two jing, one yin and one yang, unite ... to form life; the jing of mother and father unite to form the shen”.
Yangxing Yanming Lu: “Shen, that is jing. If we can preserve jing, then the shen will be bright; if shen is bright, there will be long life”.
Altri AA mettono in relazione cuore e rene:
Leizheng Zhizai: “The shen of the human being resides in the Heart, and the Heart’s jing relies entirely on the Kidney.
Thus, the brain is the store house of the original shen, the sea of jing marrow, and this is where memory comes from.” Nei testi classici Taoisti:
Ling Jian Zi: “The Qi of the Heart is connected with the Niwan Palace above”.

Il Niwan, noto come ‘Huangting’ (The Yellow Palace), nella tradizione Taoista è il palazzo centrale dei nove del cervello, dove si incontrano vari Shen, ed è considerato la localizzazione materiale dello Shen.
Il “Niwan” è discusso in vari testi Taoisti, per esempio: “The origin of jing-shen in the brain is also called Niwan” e “The entire shen that expresses in the face has its origin in Niwan”.
Da qui l’utilizzo dei punti del Du Mai.

Peter Deadman and Mazin Al-Khafaji. Treatment of Psycho-Emotional Disturbance by Acupuncture with particular reference to the Du Mai. Journal of Chinese Medicine number 4 - 7 January 1995

Vincenzo Nirchio



INDIETRO>>