SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • Agopuntura versus terapia farmacologica per il controllo del dolore: studio trasversale in pazienti sopravvissute al cancro della mammella.
   
  • Efficacia e sicurezza dell’agopuntura per il trattamento dei bambini con disturbo dello spettro autistico: revisione sistematica e metanalisi.

 
  • Effetti clinici della stimolazione nervosa periferica nel territorio di C2 con Elettroagopuntura nella cefalea primaria.

 
  • Effetti analgesici sulla dismenorrea primaria trattata con agopuntura convenzionale e sham agopuntura a livello di Sanyinjao (SP6).
 
  • ACUDIN- Agopuntura e laser agopuntura per il trattamento della Neuropatia Diabetica periferica: uno studio randomizzato, placebo-controllo, parziale doppio cieco.
 
  • L’effetto della combinazione di punti di agopuntura sul sonno e sull’espressione dei geni circadiani Clock e Bmal1 nell’ipotalamo di topi insonni.
 

L'agopuntura determina la liberazione di serotonina dai mastociti.

Congressi e corsi

 


 
   

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Responsabile della Redazione
Tiziana Pedrali

Hanno collaborato a questo numero:
Maria Letizia Barbanera
Mariana Carbini
Francesco Marenco
Laura Moraglio
Angela Ramacieri
Riccardo Rustichelli
Giuseppe Tallarida

 
   
   
   
CLINICA

Effetti clinici della stimolazione nervosa periferica nel territorio di C2 con Elettroagopuntura nella cefalea primaria.

Obiettivo
Abbiamo applicato la stimolazione nervosa periferica nel territorio di C2 utilizzando la Elettroagopuntura (EA-C2-PNfS) in casi di cefalea primaria e abbiamo valutato i suoi effetti clinici.

Materiali e metodi
Cinquantaquattro pazienti affetti da cefalea primaria (10 uomini e 44 donne) con età media di 48.6±15.0 anni sono stati sottoposti a EA-C2-PNfS per tre mesi. Per valutare gli outcomes abbiamo utilizzato i seguenti questionari: intensità del dolore (scala a 11 punti numerici NRS), qualità della vita quotidiana (Headache Impact Test [HIT-6]), depressione (Self-Rating Depression Scale [SDS]). Attraverso un diario abbiamo valutato i giorni mensili di cefalea e i giorni di fase acuta in cui sono stati utilizzati farmaci.

Risultati
L’intensità della cefalea si è ridotta significativamente dopo la EA-C2-PNfS, con una riduzione dei valori della scala NRS riferiti al dolore: 7.4±1.9 al tempo 0, 4.9±2.9 a tre mesi (p<0.001). Sia l’HIT-6 che la SDS sono migliorati significativamente (p<0.001). Alcuni pazienti mostravano punteggi della SDS di depressione moderata prima del trattamento, punteggi che sono migliorati dopo la EA-C2-PNfS in pazienti affetti da cefalea tensiva. Il numero di giorni mensili di cefalea si è ridotto significativamente da 18.0±9.0 nel primo mese a 14.0±10.2 nel terzo mese (p<0.001), con una riduzione dei giorni che hanno richiesto l’assunzione farmacologica per fase acuta da 8.0±6.7 a 6.4±6.5 (p=0.003).

Conclusioni
La EA-C2-PNfS è stata utilizzata con successo per ridurre la severità del dolore e la disabilità in pazienti affetti da cefalea primaria. La EA-C2-PNfS è un'opzione favorevole per la cefalea primaria farmacologicamente intrattabile, come tecnica di neuromodulazione poco invasiva.

Ishiyama S, Shibata Y, Ayuzawa S et al. Clinical Effect of C2 Peripheral Nerve Field Stimulation Using Electroacupuncture for Primary Headache. Neuromodulation. 2018 Mar 22. doi: 10.1111/ner.12772. [Epub ahead of print]

Laura Moraglio

INDIETRO