SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • L’agopuntura auricolare nel mal di gola acuto: uno studio controllato randomizzato.

 
  • La terapia con medicina tradizionale cinese migliora la sopravvivenza dei pazienti affetti da lupus eritematoso sistemico
 
  • L’elettroagopuntura a bassa frequenza riduce l’epilessia focale e migliora l’epilessia generata dalle interruzioni del sonno.
 
  • Revisione della ricerca OMICS in agopuntura: rilevanza e prospettive future per capire la natura dei meridiani e degli agopunti..
 
  • La Moxibustione associata all’agopuntura aumenta l’espressione delle proteine delle giunzioni occludenti nei pazienti con Morbo di Crohn.
 
  • La stimolazione elettrica degli agopunti LI11 e ST36 favorisce la reazione proliferativa degli astrociti con effetti neuroprotettivi a seguito di ischemia e riperfusione cerebrale nei ratti.
 
  • Effetto neuromodulatorio dell’agopuntura longitudinale sulla connettività funzionale a riposo in pazienti con osteoartrosi del ginocchio. .
 
  • Kandinskij, i colori e la cultura cinese
 
  • Congressi, Eventi e Seminari.
 
 
   
 

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Capo Redattore
Giuseppe Lupi

Comitato di Redazione

Maria Letizia Barbanera
Patrizia Betti
Ermina Caldiron
Elisabetta Casaletti
Gemma D'Angelo
Giuseppina Maria Farella
Davide Guidetti
Vittorio Mascherini
Carlo Moiraghi
Filippo Molinari
Tiziana Pedrali
Alessandra Poini
Emanuela Romeo
Riccardo Rustichelli
Cristian Succi

 

 
   
   
   

Effetto neuromodulatorio dell’agopuntura longitudinale sulla connettività funzionale a riposo in pazienti con osteoartrosi del ginocchio.

I recenti progressi nella brain imaging hanno contribuito alla comprensione dell’attività neurale associata ad un trattamento di agopuntura.
In questo studio, abbiamo studiato i livelli di connettività funzionale nel SNC, durante il trattamento di agopuntura longitudinale in pazienti anziani con osteoartrosi del ginocchio (OA).
30 pazienti sono stati sottoposti a vera agopuntura o sham agopuntura, durante un periodo di 4 settimane (sei trattamenti); sono stati raccolti i dati della risonanza magnetica funzionale (fMRI) a riposo, prima e dopo il loro primo, terzo e sesto trattamento.
Da un punto di vista clinico, il punteggio KOOS (Knee Injury and Osteoarthritis Outcome Score) ha indicato un miglioramento significativamente maggiore con agopuntura vera che con sham agopuntura. L’analisi a componenti indipendenti (ICA) dei dati dell’fMRI a riposo ha mostrato che, dopo il trattamento, la rete frontoparietale destra (rFPN) e la rete di controllo esecutivo (ECN) mostravano un incremento della loro connettività funzionale (FC) con la corteccia rostrale cingolata anteriore/mediale prefrontale (una regione chiave nel sistema modulatorio discendente del dolore) nei pazienti trattati con agopuntura vera rispetto al gruppo sham.
Abbiamo anche trovato che la connettività rFPN con l'insula sinistra è associata in modo significativo ai cambiamenti nel punteggio KOOS dopo trattamento e ad un miglioramento clinico significativo nei soggetti trattati con agopuntura vera rispetto al trattamento simulato. L’analisi della scansione durante la stimolazione con aghi ha mostrato che, rispetto al trattamento simulato, l’agopuntura vera attiva l’opercolo/insula di sinistra, dati che si sovrappongono a quelli rilevati in stato di riposo.
I nostri risultati suggeriscono che l'agopuntura possa raggiungere il suo effetto terapeutico sul dolore nel ginocchio con OA modulando la connettività funzionale tra rFPN, ECN e percorsi discendenti di modulazione del dolore.

Chen XSpaeth RBFreeman SG et al. The modulation effect of longitudinal acupuncture on resting state functional connectivity in knee osteoarthritis patients. Mol Pain. 2015 Oct 29;11(1):67.

Vittorio Mascherini