s

SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • L’agopuntura nella fibromialgia: uno studio randomizzato, controllato sulla risposta immediata sul dolore.

 
  • Effetto dell’Agopuntura su KI9 (Zhubin) nel ridurre il desiderio di bere in pazienti alcol-dipendenti: un trial randomizzato.
 
  • L’efficacia e la sicurezza della auricoloterapia applicata nelle strutture di primo livello in pazienti con dolore cronico alla colonna ad eziologia non specifica: uno studio multicentrico, randomizzato e controllato.
 
  • Gli effetti dell’agopuntura dopo chirurgia tiroidea: un trial randomizzato e controllato.
 
  • Modelli differenti di attivazione nell’encefalo deprivato ??del sonno valutati con la Risonanza Magnetica Funzionale (fMRI): ripristino con l’Agopuntura.
 
  • L’agopuntura riduce l’attività della matrice metalloproteasi-2 nei pazienti con emicrania.
 
  • Il De Qi, una soglia dell’intensità dello stimolo, suscita la risposta specifica degli agopunti e variazioni intrinseche del cervello umano in risposta all’agopuntura.
 
  • Una valutazione economica comparativa di 6 anni su costi sanitari e tasso di mortalità relativa a medici di medicina generale convenzionale e complementare.
 
  • Congressi, Eventi e Seminari.
 
 
   
 

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Capo Redattore
Giuseppe Lupi

Comitato di Redazione

Maria Letizia Barbanera
Patrizia Betti
Ermina Caldiron
Elisabetta Casaletti
Gemma D'Angelo
Giuseppina Maria Farella
Davide Guidetti
Vittorio Mascherini
Carlo Moiraghi
Filippo Molinari
Tiziana Pedrali
Alessandra Poini
Emanuela Romeo
Riccardo Rustichelli
Cristian Succi

 

 
   
   
   
 

Il De Qi, una soglia dell’intensità dello stimolo, suscita la risposta specifica degli agopunti e variazioni intrinseche del cervello umano in risposta all’agopuntura.

Obiettivi

Il De Qi, come descritto in letteratura, è l’insieme delle sensazioni soggettive percepite sia dall’agopuntore sia dal paziente all’infissione dell’ago; l'assenza di metodi di valutazione quantitativa del De Qi è uno dei motivi che limita in tutto il mondo l'ampio utilizzo terapeutico dell’agopuntura. [ndr. La maggior parte degli esperti in agopuntura considera il De Qi, la sensazione suscitata attraverso la manipolazione dell’ago in senso rotatorio e verticale, come la condizione sine qua non per ottenere gli effetti terapeutici dell’agopuntura]. Nel presente studio, si è cercato di indagare le proprietà intrinseche del De Qi e le modalità per poterlo valutare quantitativamente.

Metodi

Sono stati reclutati 30 volontari adulti sani al fine di analizzare i mutamenti intrinseci che avvengono nel corpo umano dopo agopuntura con De Qi.

Risultati

Il trattamento di agopuntura con De Qi apparentemente aumenta l’afflusso di sangue, la dislocazione dei tessuti e l'ampiezza del potenziale elettrico muscolare nella zona dell’agopunto. Inoltre, il trattamento di agopuntura induce una modificazione (incremento/decremento) del segnale fMRI (Risonanza Magnetica funzionale) in differenti regioni cerebrali sebbene non si segnali alcun cambiamento significativo nell’elettroencefalografia(EEG).

Interpretazione dei risultati

Le variazioni intrinseche, suscitate nei soggetti dal De Qi durante la stimolazione specifica degli agopunti, e quelle verificate a livello centrale in alcune zone cerebrali indicano che il De Qi potrebbe essere valutato quantitativamente mediante gli aspetti di cui sopra. Ciò faciliterebbe la conferma della validità di questa metodica di trattamento e ne amplierebbe la diffusione nel mondo.

Dai-Shi T, Jin X, Qing P et al. De Qi, a threshold of the stimulus intensity, elicits the specific response of acupoints and intrinsic change of human brain to acupuncture. Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine Volume 2014 (2014), Article ID 914878, 11 pages

Emanuela Romeo


INDIETRO