SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • La Medicina Tradizionale Cinese (MTC) in età pediatrica Utilizzo e trattamento con focus sul dolore
   
  • Trattamento preventivo della ritenzione urinaria del post partum con agopuntura.

 
  • L’Auricoloterapia nel dolore persistente postoperatorio causato da chirurgia protesica di ginocchio.
 
  • Effetti terapeutici sull'infertilità da mancata ovulazione nelle pazienti con deficit del Rene trattate con agopuntura addominale e terapia periodica con fitoterapia cinese.
 
  • Dal 9 al 15 dicembre 2020 si è svolto il XXI CONGRESSO NAZIONALE DI PNEUMOLOGIA, in modalità online.
 

Il trattamento con agopuntura nel trauma sportivo di atleti professionisti.

  • I recettori della tirosin-chinasi Axl e MerTK mediano l'effetto benefico dell'elettroagopuntura in un modello di demielinizzazione indotta da cuprizone.
  • Congressi e corsi

 

 


 
   

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Responsabile della Redazione
Tiziana Pedrali

Hanno collaborato a questo numero
Sonia Baccetti
Paola Baldini
Giancarlo Bazzoni
Gemma D’Angelo
Mariella Di Stefano
Chiara Menicalli
Verter Filippini
Laura Moraglio
Irene Sacco
Gianluca Taliani

 

 

 

 

 



 
   
   
   
 

La Medicina Tradizionale Cinese (MTC) in età pediatrica Utilizzo e trattamento con focus sul dolore

Il dolore è un’esperienza complessa in cui vari fattori contribuiscono alla percezione dell’esperienza dolorosa (componente fisica, aspetti emotivi ecc.). Per tale motivo è consolidata l’idea che il solo trattamento farmacologico non è, nella maggior parte dei casi, sufficiente ad ottenere un soddisfacente controllo della sintomatologia dolorosa sia nei casi di acuzie sia nella cronicità.
Pertanto, accanto ai farmaci, sono varie le opzioni di trattamento non farmacologiche (TNF – Tecniche Non Farmacologiche) indicate nel bambino perché meno invasive e con minori eventi avversi. Secondo la rivista ufficiale di formazione continua della Società Italiana di Pediatria – Area Pediatrica le TNF possono essere riassunte in tre categorie: metodi cognitivi, comportamentali e fisici. Fra questi ultimi sono citati il massaggio e l’agopuntura (Area Pediatrica 2014).
Il documento del Ministero della Salute “Il Dolore nel Bambino: strumenti pratici di valutazione e terapia” (2014), fra i metodi fisici per il trattamento del dolore con TNF inserisce il massaggio e le tecniche agopunturali, in particolare la digitopressione e l’uso del laser nei punti di agopuntura, come alternative valide e non invasive all’infissione dell’ago e maggiormente accettabili dal bambino e dai genitori. Anche la IASP (International Association for the Study of Pain) e la EFIC (European Pain Federation) nel Fact Sheet n.8 dedicato alla terapia del dolore pediatrico redatto in occasione del Global Year Against Pain in the Most Vulnerable (2019) inseriscono digitopressione e agopuntura fra le modalità integrative di prevenzione e trattamento del dolore acuto e cronico. L’affiancamento alla medicina occidentale della MTC è un fenomeno consolidato, come conferma un’ampia mole di studi condotti a livello internazionale. Secondo il National Center for Complementary and Alternative Medicine (NCCAM 2007), negli Stati Uniti circa il 38% degli adulti e il 12% dei soggetti in età pediatrica utilizza una forma di CAM (Complementary and Alternative Medicine): di questi si stima che il 6.5% abbia utilizzato l’agopuntura. In Italia, secondo un’indagine dell’Agenzia Regionale di Sanità, un toscano su cinque conosce le Medicine Complementari (MC), soprattutto l’omeopatia (18%) e l’agopuntura (14%), che sono anche le più utilizzate. Le MC vengono utilizzate da circa un quarto dei pazienti pediatrici (Da Fre M, 2011).
Dalla Libera et al. (2014) in uno studio su una coorte di pazienti pediatrici con cefalea (124, età 4-16 anni, Centro Cefalee Pediatrico dell’ospedale San Raffaele di Milano) mostra come omeopatia, fitoterapia, agopuntura e massaggio siano spesso utilizzati in maniera integrata con i trattamenti convenzionali. Il ricorso alle MC è frequente anche fra bambini e adolescenti affetti da tumore per il trattamento degli effetti avversi di terapie oncologiche e dolore. Secondo uno studio tedesco (Gottschling et al. 2014) il 31% di bambini e adolescenti aveva utilizzato almeno una CAM, soprattutto omeopatia, medicina antroposofica, fiori di Bach e agopuntura. La ricerca clinica nell’ambito delle MC, in particolare dell’agopuntura, nei bambini è in crescita negli ultimi 10 anni: nell’ultima decade PubMed ha pubblicato su agopuntura in bambini 831 articoli (144 review, 53 metanalisi, 204 trial clinici, 183 RCT).
L’efficacia dell’agopuntura nei bambini è stata riportata in 3 review principali (Libonate et al. 2008, Gold et al. 2009, Jindal et al. 2008) su cefalea emicranica, dolore cronico, dolore postoperatorio, enuresi notturna, disturbi respiratori, stress, nausea e vomito postoperatorio, nausea e vomito postchemioterapia, patologie neurologiche, rinite allergica, stipsi, disturbi gastrointestinali. Anche una recente review di Lin et al. (2019) riporta che il trattamento con agopuntura ha sufficienti prove di efficacia indolore procedurale in: coliche del lattante, cefalea e dolore pelvico cronico delle adolescenti. Secondo gli studi della letteratura internazionale, l’applicazione di agopuntura e/o altre tecniche di MTC (auricoloterapia, digitopressione, massaggio tuina, moxibustione) è considerata sicura e priva di eventi avversi seri se effettuata da medici esperti formati (Doll et al. 2018).
A livello internazionale esistono diverse esperienze di integrazione fra le MC e la medicina allopatica. Negli Stati Uniti al Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York è presente un servizio per pazienti oncologici in età pediatrica (Department of integrative medicine, MSK Kids). In Europa la clinica universitaria dell’Università LMU di Monaco ha un dipartimento di medicina integrata (outpatient and inpatient) con servizi di MTC, ipnosi, riflessologia, omeopatia, yoga, fitoterapia e aromaterapia in età pediatrica (Kinderkrankenhaus St. Marien, Landshut, Germany). Al Royal London Hospital for Integrated Medicine vi è un Integrated Cancer Care Service per bambini, adolescenti e giovani adulti e un Integrated Service per bambini e adolescenti. In Olanda è presente una Clinica di Pediatric Integrative Medicine all’interno dello Slotervaart Hospital di Amsterdam.
In Italia all’ospedale Maria Vittoria di Torino, da settembre 2018, è attivo un servizio di Agopuntura presso la Terapia Intensiva Neonatale dove sono utilizzate tecniche di stimolazione non invasive dei punti di agopuntura (massaggio, auricoloterapia) indicate soprattutto per sedo-analgesia, trattamento di disturbi funzionali gastroenterici del neonato e del lattante e miglioramento della funzione polmonare e delle difese immunitarie. All’ospedale pediatrico “Bambin Gesù” di Roma è attivo un ambulatorio di Agopuntura per bambini e adolescenti che affianca l'ambulatorio di Terapia del dolore e dove sono trattate cefalee e fibromialgie giovanili.
Nel Servizio Sanitario Toscano è presente una rete di ambulatori di MC dove sono presenti anche servizi per bambini e adolescenti, come l’ambulatorio di MTC e l’ambulatorio di omeopatia del Centro Fior di Prugna dell’USL Toscana Centro, la struttura di riferimento regionale per l’omeopatia di Lucca (USL Toscana Nord Ovest), il Centro Omeopatico materno infantile di Pontedera (USL Toscana Nord Ovest) e gli ambulatori di MC dell’USL Toscana Sud Est che erogano trattamenti di agopuntura, medicina tradizionale cinese e di omeopatia in pediatria.
Sono stati inoltre avviati in Toscana alcuni progetti sperimentali di integrazione della MTC con la medicina occidentale presso la Terapia Intensiva Neonatale dell’AOU A. Meyer per il trattamento del dolore e presso il reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’AOU Careggi per gravi disturbi del comportamento alimentare in adolescenti ricoverate; infine sono stati realizzati eventi formativi per fisioterapisti e neuropsichiatri infanti della USL Toscana, attività formativa nell’ambito del Master Terapia del Dolore e Cure Palliative del Bambino dell’Ospedale Pediatrico Meyer e numerosi interventi in convegni di settore.

Chiara Menicalli, Irene Sacco, Mariella Di Stefano, Sonia Baccetti Centro regionale per la medicina integrata – Regione Toscana

INDIETRO>>