SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

 
   
  • L'agopuntura ha ridotto il rischio di ictus tra i pazienti con fibromialgia a Taiwan: uno studio di coorte abbinato a livello nazionale.
   
  • L’agopuntura per la neurogenesi nell’ictus ischemico: una revisione sistematica e metanalisi.

 
  • Studio clinico sulla qualità di vita nei pazienti portatori di degenerazione maculare senile trattati con agopuntura.

 
  • L’agopuntura sul 34GB attiva il giro precentrale e la corteccia prefrontale nella malattia di Parkinson.
 
  • Efficacia dell'agopuntura utilizzata per la gestione della depressione postpartum: una revisione sistematica e una meta-analisi.
 
  • Efficacia dell'agopuntura per la lombalgia cronica aspecifica: una revisione sistematica e una meta-analisi.
 

Evidenze cliniche di collegamento tra l’agopuntura e l’agopressione ed il miglioramento del dolore oncologico: una revisione sistematica e meta-analisi.

Congressi e corsi

 


 
   

Direttore Responsabile

Carlo Maria Giovanardi

Responsabile della Redazione
Tiziana Pedrali

Hanno collaborato a questo numero
Paola Baldini
Maria Letizia Barbanera
Francesco Ceccherelli
Antonello Lovato
Tiziana Pedrali
Domenico Pignone
Stefano Vignali


 
   
   
   
CLINICA

L’agopuntura sul 34GB attiva il giro precentrale e la corteccia prefrontale nella malattia di Parkinson.

Background
L’agopuntura è sempre più utilizzata come trattamento aggiuntivo nei soggetti affetti da malattia di Parkinson (PD).

Metodi
In questo studio un gruppo di 12 pazienti affetti da PD è stato confrontato con un gruppo di 12 pazienti sani mediante l’utilizzo della fRMN. L’agopuntura è stata condotta su un punto specifico, il 34GB (Yanglingquan), un punto terapeutico frequentemente utilizzato per il trattamento della funzione motoria secondo la medicina orientale.

Risultati
La stimolazione mediante agopuntura del 34GB attiva la corteccia prefrontale, il giro precentrale ed il putamen nei soggetti affetti da malattia di Parkinson, aree che sono note per essere interessate nei pazienti affetti da malattia di Parkinson. Rispetto ai soggetti sani i pazienti con malattia di Parkinson hanno mostrato una significativa più elevata attività cerebrale nella corteccia prefrontale e nel giro precentrale, particolarmente visibile nell’emisfero sinistro.

Conclusioni
I risultati di neuroimaging del nostro studio suggeriscono che l’agopuntura ed in particolare il punto 34GB possono essere utilizzati per attivare aree come il giro precentrale e la corteccia prefrontale nella malattia di Parkinson. L’agopuntura ha evocato diverse attivazioni cerebrali nei soggetti affetti da malattia di Parkinson rispetto ai soggetti sani: questo sottolinea l’importanza di condurre studi con soggetti ammalati e sani allo scopo di evidenziare l’efficacia dell’agopuntura.

Sujung Yeo Il-Hwan Choe, Maurits van den Noort et al. Acupuncture on GB34 activates the precentral gyrus and prefrontal cortex in Parkinson’s disease. BMC Complement Altern Med. 2014; 14: 336. Published online 2014 Sep 15. doi: 10.1186/1472-6882-14-336

Antonello Lovato

INDIETRO>>